PRIMA DI COMMENTARE...

Facciamo di nuovo il punto

Ho deciso di scrivere questo post per tornare a fare un pò di chiarezza sull' argomento del blog perchè mi sto davvero stancando di risp...

mercoledì 11 novembre 2015

Facciamo di nuovo il punto

Ho deciso di scrivere questo post per tornare a fare un pò di chiarezza sull' argomento del blog perchè mi sto davvero stancando di rispiegare a tutti i nuovi arrivati cose già trattate milioni di volte.
Da ora in poi se sarà il caso risponderò ai commenti con il link a questo post, dopodichè se troverò ulteriori risposte che dimostrino la poca volontà di seguire queste linee guida le cancellerò senza ulteriori spiegazioni.
Andate nei forum a giocare con le parole e a far perdere tempo.

Questi punti riguardano alcune delle osservazioni che più spesso mi vengono fatte e relative risposte.
Mi preoccuperò di aggiornare questo post man mano che nuove osservazioni meritino una rinfrescata.

1) Prima di commentare, leggete almeno un pò il dannato blog.
Sia chiaro, lo capisco che uno capiti qui, legga una cosa e decida di commentarla d' impulso; Non pretendo che uno legga anni di post e commenti prima di esprimere un suo parere.
Ma siccome sono davvero seccato dalla gente che viene qui e mi vede come una specie di quindicenne dedito a sparare a zero sulle AMT giusto per trollare o per fare il saputello, a questo punto pretendo che gli sforzi che ho fatto per chiarire la mia posizione vengano quantomeno tenuti da conto.

2) Quello che sono, quello che non sono.
Lo ribadisco per l' ultima volta: niente domande su chi sia o cosa faccia, niente profili psicologici da Donna Moderna, niente sfide o inviti a provare il vostro stile vero autentico 100%® o il vostro maestrone unico depositario dei sacri insegnamenti e tecniche "fatti come si deve".
Lo scopo delle mie riflessioni non ha niente a che vedere con cosa pratichi o abbia praticato, anche se i più attenti lo avranno capito (e naturalmente c'è gente che lo sa benissimo): ripeto, questo non cambia una virgola perchè le mie osservazioni sono generali e alla portata di chiunque abbia il dono dell' obiettività.
Infatti il divertimento che provo nel leggere le accuse di quelli piccati perchè gli si è toccato il giocattolino delle AMT, è proprio l' implicita ammissione di non essere dotati di obiettività. Che devo dire, fatevi un esame di coscienza...
Poi ci sono quelli che mi accusano di non aver capito niente, o non saper fare niente, perchè non ho praticato il loro specifico stile o con il loro Vero Autentico Maestro®...
Pensatelo pure, sta bene così.
Come ho già avuto modo di dire io non sono affatto un campione, ma ritengo di avere un bel pò di esperienza nell' ambiente, spaziando dalle AMT agli SdC ai sistemi di difesa.
No, non li conosco tutti, non li ho praticati tutti. Ma mi ci alleno fin da bambino e ho vissuto esperienze specifiche in tutti i campi.
Questo basta e avanza, dal mio punto di vista, per poter esprimere delle opinioni, e il blog tutto le riporta.
Delle cazzo di osservazioni con lo scopo di ridere del pomposo mondo delle arti marziali e dei suoi succubi interpreti e magari mettere la pulce nell' orecchio di quelli che vogliano farsi delle domande riguardo a quello che praticano o vedono praticare, esattamente come è successo a me.
Riguardo alle sfide o agli inviti a provare, dico ma siete seri?
Mi accusate di essere un ragazzino guerriero da tastiera e di tutta risposta reagite come ragazzini guerrieri da tastiera...
Se venissi da voi, ci picchiassimo e vinceste voi, questo cosa dimostrerebbe? Che nel vostro stile non si raccontino stronzate di cinesine che massacravano di botte dei titani? Che il vostro maestro non sia un ipocrita? Che non sia vero che non facciate preparazione atletica?
Eh già, perchè qui veniamo al terzo punto,

3) Cosa intendo precisamente per tecniche non applicabili
Questo è il concetto più difficile da spiegare (oddio.. a me sembra tanto banale..) ma anche il più importante in assoluto.
Lo riscrivo per enfatizzarlo: il più importante in assoluto.
Le persone dotate di intelletto ed esperienza ad un certo punto realizzano che quando due esseri umani si scontrano, fanno a botte insomma, i colpi e le tecniche utilizzati finiscano per uniformarsi un pò tutti.
Mettici di mezzo anche l' aggressività, la furia, la velocità con cui avviene il tutto (non parlando più di scenette prestabilite) ed ecco che tutto il corollario di combinazioni, controlli, colpi precisissimi, punti di pressione, prese improbabili se ne va a quel paese e lo scontro diventa qualcosa di completamente disordinato con colpi feroci fuori bersaglio e così via.
Quella che io ho definito come Simil-Kick Boxing, ovvero un turbinare di calci e pugni di chi però non li abbia allenati in modo funzionale, e tuttavia si renda conto di come i movimenti istintivi del proprio corpo e la strategia stessa di combattimento volgano in quella direzione.

No, non sto parlando di risse da stadio, ma di normalissimi scontri in cui ci si voglia far male davvero.
Ecco, nei programmi tecnici delle AMT ci sono migliaia di tecniche ed esercizi che non trovano un' applicabilità diretta in uno scontro simile, che poi è la realtà che si dovrebbe affrontare.
E no, non sto parlando di "calcio circolare", "pugno diretto" e tecniche chiaramente efficaci sia che le si imparino nel kung fu o nella Muay Thai, perchè per l' appunto quelle sono già assodate.
Ma capisci che se un' arte marziale basa tre quarti del suo programma su forme di posizioni, esercizi prestabiliti con compagni che debbano recitare una parte, assurdità su respirazioni che dovrebbero dare chissà quale potere superiore, combinazioni in cui si pretende che l' avversario non reagisca liberamente, tecniche che non riuscirebbero una volta su mille, farneticazioni di colpi parati o deviati senza che vengano mai provati sul serio, dichiarazioni roboanti di ossa rotte con un calcio speciale... Beh, qualche dubbio sulla loro bontà ce lo si pone.

E ribadisco il concetto: a me non interessa nulla parlare di come con lo stile X sia possibile riempire di botte chi pratichi lo stile Y.
La faccio semplice, non discuto del fatto che il uinciunman possa vincere sul Nak Muay, il kungufcoso possa vincere sul Jujitero & C.: io sto parlando di gente che dimostri di riuscire ad applicare con precisione le tecniche che studia per anni nel proprio stile specifico.

Non è affatto un gioco di parole, non sto cercando il cavillo per autenticare le mie osservazioni, qui si parla di arti marziali nelle quali si studino situazioni specifiche, tecniche specifiche, concetti specifici per anni e questi rappresentino non di rado le peculiarità che le differenziano dalle altre.
Andate in un corso qualsiasi di AMT ed osservate come si allenano e cosa allenino i praticanti: difesa da pugno, combinazione di contrattacco da calcio, difesa da presa così e cosà, forma che in questo punto simula l' attacco così e il contrattacco colà, etc.
Ecco, io voglio che qualcuno dimostri l' applicabilità di quelle cose.
A vincere a pugni, calci e tirate di capelli siamo buoni tutti e questo ribadisce soltanto l' efficacia delle tecniche funzionali.

4) Definiamo cosa io intenda per scontro libero.
Anche qui mi sa che spesso chi legge abbia una visione diversa dalla mia, perciò la chiarisco una volta per tutte.
L' applicabilità di un sistema di combattimento si dimostra nel suo contesto finale, che è... il combattimento.
Il combattimento sportivo lo mettiamo subito da parte in quanto circoscritto in un regolamento specifico a seconda dello stile: ah, gli sportivi proprio per questo studiano solo tecniche dimostrate e dimostrabili nel loro contesto. Bon.
Quello di cui parlo più in generale è il combattimento libero, in cui entrambe le parti in causa siano libere di fare ciò che più le aggrada per sconfiggere l' avversario, applicando le proprie tecniche senza subirne a loro volta.
Qui veniamo ad un' importante precisazione.
Combattere in modo "totale", dove tutto sia veramente concesso, ci porta al tanto decantato combattimento per la vita, riconducibile esclusivamente ad una situazione gravissima di aggressione.
In questo tipo di situazione si usano quindi tutte quelle "tecniche" (se così possiamo chiamarle...) volte a danneggiare anche in modo permanente l' aggressore: dita negli occhi, sputi di catarro, calci nelle palle, parolacce brutte, capelli strappati, morsi, graffi, uso di oggetti trovati per caso proprio lì (karambit, bastoni lunghi e corti, nunchaku, bottiglie rotte, tirapugni, pistole, tazer, sedie volanti, liocorni, zii pugili, etc.) e naturalmente tutte le tecniche vietate nei match sportivi proprio perchè particolarmente pericolose (proiezioni particolari, leve particolari, colpi a bersagli particolari).
Il buonsenso mi porta a dare per scontato che generalmente non si parli di questa situazione estrema, che al contrario alcuni praticanti pretendono di avere come unico obiettivo, di solito solo per sentirsi più macho e letali.
Anche perchè fondare arti marziali da allenare una vita per poi ridursi ad usare certe cose per farle funzionare è una sincera ammissione di inconsistenza di tutto il resto.
Perciò ci resta un sincero combattimento libero in cui due persone possano fare tutto ciò che è in loro potere per vincere senza storpiare l' altro.
Ed ecco che improvvisamente tutti quegli esercizi allenati per anni nelle AMT svaniscano nel nulla, di solito in seguito al primo diretto stampato sul naso.
Ah, giusto per la cronaca: prima di arrivare alle dita negli occhi, ai calci nelle palle e tutto il resto, è dimostrato e dimostrabile come le tecniche degli stili funzionali permettano di concludere agilmente uno scontro.
Non dico sempre, niente è certo, ma provate a dare una ditata mentre subite un middle kick o a mordere mentre vi stanno spaccando il gomito con un armbar.
L' altro non si fa bene, ma scommetto che a terra ci resti il guerriero dei colpi sporchi...

5) Il mio maestro, il tuo maestro, io pratico così, tu pratichi cosà, bla bla bla...
Capita spesso che qualcuno mi riporti la sua esperienza in questa o quella arte marziale e finisca inevitabilmente per darmi dell' incompetente.
Pratico arti marziali da così tanto tempo che mi piacerebbe davvero un giorno scoprire le carte e vedere, e testare, chi abbia più... diritto di esprimere un parere?!? Stiamo scherzando, vero?
Siamo di nuovo lì: ci sono milioni di persone che ne sanno più di me, che praticano da più tempo, hanno più e variegate esperienze... Se mai mi fossi posto come il più grande esperto mondiale di arti marziali avreste motivo di risentirvi, ma anche se non è così qualcuno pretende di saperne di più con tanto di anni di pratica riportati ed altre amenità (e allo stato attuale, a leggere i commenti, parliamo di svariati anni in meno dei miei. Svariati...).
Io detesto fare certe affermazioni, ma alla centesima volta sono anche stanco di essere accusato da gente che almeno sulla carta non abbia la mia esperienza.
Che poi è un' esperienza alla portata di tutti, perchè in effetti non dipende dagli anni di allenamento: è una questione di normalissima obiettività, ricerca ed osservazione dell' ambiente, cose che chiunque può avere anche adesso.

E' uno switch che ti scatta in testa solo dopo aver testato sul campo l' attendibilità di ciò che hai allenato, dopo aver fatto ricerche disinteressate sulle origini degli stili e su quanto vi si dica, dopo aver analizzato con onestà il valore morale ed etico delle persone che idolatravi, dopo aver studiato, provato e verificato cosa siano le aggressioni per cui la gente va a studiare "autodifesa", dopo aver deciso una mattina di mettere nero su bianco ogni singola affermazione per poter dire "ok, questo è vero e questo no", dopo essersi confrontati con decine di altre persone arrivate alle stesse conclusioni.

Io sono solo uno che bazzicandoci da tanto tempo si è fatto un' idea più precisa, e la riporto.
Non ha davvero alcuna utilità spiegarmi come voi siate bravi, esperti, abbiate capito tutto del tal stile, è pura noia per me leggere certe cose, perchè è esattamente quello di cui sto parlando: pomposi saccenti che difendono a spada tratta il proprio orticello in quanto di tutto il ragionamento capiscono solo "il tuo stile fa cagare, gnè gnè!".
Se il livello di cognizione è questo, il bambino non sono di certo io.
Francamente se Tyson in persona commentasse sul blog dicendomi che il kung fu spacca, non cambierebbe nulla: a chi ha orecchie per intendere, intenda...

6) Non mi importa nulla delle MMA o degli Sport da Combattimento.
Vedo ancora che l' utente medio, praticante di AMT, legge un articolo e subito si precipita a commentare pensando di avere a che fare con l' ennesimo bamboccio pro-SdC e anti-AMT in virtù del machismo che ruota intorno a questi ambienti.
Penso che da ragazzino avrei reagito anche io così, anzi ho descritto proprio un episodio del genere nei primi post.
Adesso invece non me ne può fregare di meno, non mi tange proprio.
Io parlo di osservazioni molto obiettive e dimostrabili su cose che funzionano o no, cose che si dicono di fare o no, tipologie di praticanti ed altre, tipologie di ambienti ed altri.
Se tutto quello che capite è che io sia un promotore delle MMA, cambiate aria.

7) Non sto cercando di far cambiare idea a nessuno.
Qualcuno mi spieghi quale interesse potrei mai avere nel convincere una persona a sostenere le mie posizioni.
Io faccio delle cose, voi fate delle cose, tutti fanno quello che gli pare e piace.
Io parlo di mie esperienze ed un mio punto di vista, voi vi incazzate come cerberi perchè non coincidono con le vostre.
Ah, e sarei io a cercar di far cambiare idea agli altri?
Fate un bel respiro e chiudete la pagina, che nessuno intaccherà le vostre credenze, a meno che non siate voi stessi a volerle verificare.

8) Il post "Liberarsi di Bruce Lee"
Trovo davvero triste e allo stesso tempo emblematico il fatto che la stragrande maggioranza delle visite e dei commenti sul blog riguardino il post specifico riguardante Bruce Lee.
E' deprimente.
Ho provato in tutti i modi ad argomentare il mio punto di vista, ho cercato di dare una definizione chiara di cosa intendessi, ho addirittura dedicato un altro post per spiegare daccapo la riflessione ma niente da fare, continuo a ricevere commenti piccati nel pieno rispetto dei punti qui sopra:

- Gente che mi vuole spiegare quanto Briuuus Liiii fosse figo, bello, forte, audace, oceano di saggezza, etc. senza argomentare i punti discussi.
- Gente che conosce e mi racconta la storia di Briuuus Liii meglio di quanto ne sapesse lui stesso, di sè stesso.
- Gente che nonostante quanto scritto continua a farne una questione personale, sciorinando offese e piagnistei che neanche all' asilo nido.
- Gente che racconta di come pratichi nel modo giusto, col maestro giusto, con  la guida spirituale giusta (Briuuus Liiii, ovvio), e grazie a Briuus Liii (?!?) tutti i giorni riesca a massacrare di botte anche Capitan America.
- Gente che mi da del frustrato; Capito, mi danno del frustrato persone che commentano piccate sul blog personale di uno sconosciuto. No comment.

Bene, mi rivolgo a tutti quelli che hanno commentato o abbiano intenzione di commentare:

I commenti nel post "Liberarsi di Bruce Lee" o riguardanti Bruce Lee NON verranno più accettati a meno che non portino riflessioni intelligenti ed argomentate.

Il che naturalmente non vuol dire che debbano essere per forza in linea con il mio pensiero (sai com' è, tra persone adulte il confronto intelligente è accettato).
Non sprecatevi nemmeno a lasciare commenti sperando che li legga anche se non li pubblico: non avete idea di quanto poco me ne freghi, non appena intuisco il tono cancello il messaggio senza finirlo, credeteci o no.
Questa cosa vale anche per qualsiasi altro commento stupido od offensivo.

Naturalmente queste cose erano già scritte in parte nel primo post, ma è utopia pensare che qualcuno ci faccia caso...

30 commenti:

  1. Ci tenevo a far notare che nel frattempo la "signora" sortino ha continuato a commentare passando a minacce di morte, sostenendo addirittura che mi sia "vantato di conoscere stupratori" (WTF?!) e così via.
    Sarà il risultato della pace dei sensi, del rispetto e della superiorità d' intenti del suo Aikido?
    Lascio a ciascuno la libertà di interpretare la cosa...
    A parte la completa incapacità di carpire l' ironia, la mancanza di argomentazioni valide, lo sbrocco da bambina frustrata: sono stato minacciato di morte per aver espresso un parere!
    Bella roba i valori delle arti marziali eh? Tutta questa frustrazione per questo: una discussione sulle arti marziali.
    Ma va a cagare va...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se le arti marziali non ti insegnano questi valori, allora non ti insegnano nulla; a fare kote gaeshi o kote hineri lo impari in una settimana, lo sappiamo fare anche noi "bruti" del krav, e ci insegnano anche a non reagire se qualcuno ti insulta (cosa che tu non hai fatto,sia chiaro)

      Elimina
  2. Vabbè veniamo noi a difenderti in tribunale dalla temibile Francesca. Comunque non ti preoccupare se ti minacciano gli Aikidoka (anche i maestri) puoi dormire sonni tranquilli. Ti minacciavano i Liberisti mi sarei preoccupato.
    Ps: Tempo addietro discutevo sulla natura della filosofia e controllando i filosofia antichi notammo che questi mettevano regole sull'alimentazione, il modo di rapportarsi con gli altri, rapportarsi con la morte,ecc. A quel punto la domanda è stata spontanea: qual'è la differenza tra filosofia e religione? Risposta: la religione è una verità scesa dall'alto (non è discutibile) mentre invece la filosofia si basa su ragionamenti logici che amano esser discussi.
    Questo spiega in un attimo il mondo marziale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che la sbrocco omicida sia stato scatenato dal commento in cui ho parlato di "delinquenti stupratori, assassini, etc. che conosco io", fraintendendo il fatto che fosse una BATTUTA...
      Mi rendo conto che messa così fosse interpretabile come una mia dichiarazione reale, perciò correggo il tiro e lo spiego per i più testoni: non conosco alcun delinquente, mi riferivo al concetto di mettere alla prova degli "esperti" nel proprio "campo".

      Certo che una reazione del genere non fa che confermare tutto ciò che racconto, altro che guadagno di saggezza, rispetto e moralità, soprattutto da parte di una donna.
      E la cosa più sconcertante, come giustamente dici, è che questi sfoghi rabbiosi arrivano proprio dai praticanti di AMT, quelle che mirano al miglioramento delle persone, mica dai rozzi e bruti sportivi che al massimo si fanno una risata.
      Un pò come dire ad un musulmano che Maometto sia un coglione: puro fondamentalismo indotto, pura religione.
      Ringrazio sempre il giorno in cui mi sono levato da queste sette.

      Elimina
  3. E siamo d'accordo,mamma mia sono stata assente un giorno e ho trovato un fottìo di commenti avvelenati che neanche su yahoo answer. Spero a questo punto che tu non ce l'abbia anche con me; quando difendo il krav maga,sono la prima a dire che un buon 80%di chi lo insegna sono dei buffoni che insegnano tutt'altro e fanno i soldi vendendo aria fritta. E che i corsi di krav maga accademy sono stage militari,per militari,che insegnano tecniche utili in situazioni di guerra o di serio antiterrorismo. Rispetto quello che tu scrivi, se non fosse così avrei già abbandonato il tuo blog mesi fa; e senza nemmeno commentare.

    RispondiElimina
  4. ho letto tutto il tuo blog diversi mesi fa', da come è scritto e dell'argomenti che tratta è davvero molto interessante, quindi ti faccio i miei complimenti e spero che continuerai a scrivere ancora.
    dopo tempo che ti seguo volevo esprimere anche io il mio parere
    ho praticato sin da piccolo il tang su do, una sottospecie di karate per 2-3 anni mi sembra. poi da ragazzo ho fatto per 4-5 anni il karate goyu ryu e wado ryu, ho fatto anche diversi stage con maestri che venivano dall'estero che avevano la fama di avere una potenza inarrestabile, ed ho fatto anche una gara.
    la cosa che mi fa rodere è che ho perso quegli anni dietro a un colllllione non imparando un emerito cavolo, ma il bello è che io pensavo di essere diventato davvero forte, sapevo fare di tutto dei contrattacchi impressinanti. lo sapete quando mi sono accorto che non ero il massimo, sia nel fiato, perche parliamoci chiaro nelle arti marziali nessuno ha una preparazione atletica decente, tutti panzerotti con un riscaldamento che fa ridere i polli e parlo anche di tutte le altre arti marziali, dato che ho fatto kudo, kung fu di cui mi sono allenato anche con un maestro che ha anche l'attore in italia perche è uno dei migliori nel kung fu, hwa rang do, tutti questi un riscaldamento che fa pietà e compassione.
    io me ne sono accorto che facevo ridere quando sono entrato in una palestra di pugilato, dopo il riscaldamento gia stavo a pezzi a fine allenamento si facevano i guanti e non sapevo nemmeno tirare un cavolo di pugno, erano lenti e prevedibilissimi, tornavo a casa che ero conciato per le feste, da quel punto ho lasciato le amt e mi sono buttato nella boxe dove anche se ho girato diverse palestre di boxe ora la pratico tutt'ora. ho fatto anche mma e muay thai, ma la carica che mi ha dato il pugilato non me l'ha data nessun altro sport. dato che alcuni parlano qua dentro a sproposito, andate dicendo che le amt hanno un riscaldamento e un allenamento intenso, mi spiegate perche ogni volta che sono andato ha fare arti marziali trovavo sempre panzerotti. invece se uno va in una palestra di boxe, muay o mma vedi tutti definiti e tirati, tranne quelli che hanno appena iniziato naturalmente.
    arte fregate di quella aikidoka di sortino, dato che ha capito che ha perso anni del suo tempo per seguire un arte che non le ha portato nessun beneficio e in caso di aggressione non ci fa un nulla, ci sta andando troppo in puzza, quelle risposte si vedono che sono di persone che rosicano. ragazze ma non fate prima a comprarvi uno spray al peperoncino oppure un dissuasore elettrico, bho.
    arte che ne pensi di questo che parla della difesa da coltello
    https://www.youtube.com/watch?v=qVVx0SKCjHM

    potresti fare un focus on sul systema un mio amico ne ha parlato bene, dice che con la giusta respirazione i pugni sono devastanti... volevo un pò sapere che ne pensavi, a me sembra una cavolata
    grazie e buon lavoro

    RispondiElimina
  5. Intanto grazie per i complimenti, in questi giorni di minacce omicide fanno sempre piacere :)
    La tua storia ricalca quella di tanti di noi, le osservazioni idem.
    Vallo a far capire ai fondamentalisti, come se non fossero cose evidenti e verificabili da chiunque.
    Lasciamo solo spezzare una lancia a favore di chi pratica per puro interesse e piacere personale, cosa che io sostengo da sempre e con sincero sentimento.
    Senza contare che ovviamente il problema della preparazione atletica non riguardi gli stili in sè, che uno può benissimo allenare il fisico fuori dagli orari di lezione anche se pratica Tai Chi; Il punto è che nella stragrande maggioranza dei casi l' utenza delle AMT non lo fa e soprattutto NON E' incentivata a farlo, esattamente all' opposto di quanto avvenga in altri ambienti.
    Mi hanno già chiesto di trattare del Systema, ma non conoscendolo abbastanza preferisco evitare di dare giudizi troppo superficiali.
    Tuttavia ho spiegato di come quello che si vede in giro (che va preso già con le pinze) non sia molto convincente...
    Pugni devastanti grazie alla giusta respirazione o catena cinetica?
    Ah già, la biomeccanica umana, questa sconosciuta... praticamente quello che fanno da secoli tutti gli umanoidi che tirano calci, pugni o lottano in modo funzionale.
    Che poi devo ancora capirla questa cosa dei colpi "più devastanti del normale" grazie a respirazioni speciali, quando poi al momento di fare a botte stanno TUTTI, indistintamente, a respirare affannosamente per la foga, l' impeto, la rabbia e tutto il corollario. Altro che respirazioni magiche in condizioni ideali.

    Il video che hai postato è davvero interessante, lo riporto nel post che sto preparando proprio sul coltello e gli stili armati.
    Un saluto

    RispondiElimina
  6. Systema... premetto che non lo conosco neanche io,ma mi sono fatta un idea da certe cose che ho visto sul web
    https://youtu.be/O7_dzu4TQDs
    questo è il video più serio che sono riuscita a trovare, non ho postato,bada bene, quello del pelatone che butta giù un avversario armato di pistola a tre metri di distanza facendo dei movimenti con la mano... Giudicate voi.

    RispondiElimina
  7. Caspita, una si distrae un attimo e siamo già alle minacce di morte?! Mi dispiace Arte Mortale, sul serio. Non so quanto ti possa interessare a questo punto, ma io non trovo i tuoi toni eccessivi: sono sì provocatori, ma in un modo che spinge alla riflessione. Di certo nulla di quello che hai scritto giustifica le minacce. Una nota a margine: il tizio più "pericoloso" e "tosto" che io abbia mai incontrato pesa 60 kg bagnato e non si occupa di AMT, né di SdC: fa l'oncologo. La vita dei propri cari a volte non può essere difesa con le mani e i piedi in un vicolo buio, ma viene messa in pericolo in un ospedale, quando meno te l'aspetti...
    Buona pratica a tutti e prendiamoci meno sul serio!
    coccinella (aikidoka in buona forma fisica, tiè! :D )

    RispondiElimina
  8. Arte Mortale che ne pensidi questo http://www.judofreestyleitalia.com ?
    Sembra interessante sulla carta, sono un po' perplessa sul diventare tecnici e conoscere questo specifico regolamento in un solo corso di 3 ore. Però l'idea non mi pare affatto malvagia!

    RispondiElimina
  9. Pratico mma light.
    Base pugilistica piu submission(no bjj)
    Nella palestra sn quello piu grasso.
    Detto questo il mio invito e' quello di fare un torneo fuori dalla comunita europea..senza regole se non
    1 dire stop
    2 il coach blocca
    3 varie ed eventuali

    Il premio sara di 90 mila euro.

    No..il vale tudo ha piu regole di quanto pensiate(primi anni 90)

    Ufc di adesso funziona nella misura in cui le regole permettono certe cose.

    Ma quali sn le regole giuste?
    Non certo ufc..nemmeno boxe e manco thai..
    Ergo le togliamo tutte.
    Chi pArtecipa sa.
    Tutto qui.

    Ufc e' fatto per dare spettacolo e sangue senza offendere il medioman usa.
    Eh il business..

    Cmq..perche fuori dall europa?
    Perche qui sarebbe illegale.
    Invece nel sud est asiatico ci sono gia queste cose.
    Sono macellerie a cielo aperto.
    Ma chi rischierebbe la vita di questi campioncini ufc?
    Perche alla fine uno come sakara ha famiglia e basta un cicciopugno casuale per fare il funerale.

    Io ho i soldi per poterlo organizzare a dare visibilita'.
    Molti di questi show non ci sono sul tubo(ah le prove..)
    Non credo che sappiano usare un cell figuriamoci uno show..
    Io ci scommetto quello che volete che l andare a terra sara drasticamente rivisto.
    Se nei primi ufc i "cinesini" venivano strallati era perche:
    Regole +novita hanno permesso quel risultato.

    Ma ora con le conoscenze e web chiunque puo allenarsi al meglio.

    Nessuna regola.
    Se dici stop ti fermi.
    Se il coach ferma tu ti fermi.
    Mordi,graffia tibiate gomiti occhi schiena pene ano..
    TUTTO.

    se volete partecipare scrivete a
    Willandforce@gk.com
    Il server e' indonesiano.

    Paolo Bernardini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avrei volentieri evitato di pubblicare quella mail e il nome, sia perchè non voglio fare pubblicità, sia perchè mettere nome e cognome non è affatto sinonimo di autenticità, anzi.
      Quindi ecco spuntare il torneo segreto da 90mila euro in cui i più grandi maestri di arti marziali ammazza-elefanti si... ammazzano e finalmente possono dimostrare la loro incommensurabile superiorità rispetto ai "campioncini" ufc & C., che sanno pugnarsi solo perchè c' hanno le regole a salvarli.
      I Veri Maestri® invece, con le regole vengono pugnati, senza regole ammazzano anche Maciste.
      Che è un pò come dire "puoi usare tutti i colpi che alleni per lustri, roba tipo pugni, calci, etc. ma non puoi mettere le dita negli occhi, mordere, etc.".
      E siamo di nuovo lì, le millenarie arti sacre che non servono a nulla senza la farcitura. Mah.
      Detto da uno che sostiene di praticare MMA LIGHT. Mah.
      La cosa bella è che del sud est asiatico trovi un sacco di video di gente macellata in incidenti stradali, in assassini, in ogni genere di accadimento scioccante, e a differenza degli europei vedi sempre questo pubblico tranquillo, in ciabatte, rigorosamente con un cellulare in mano per registrare video, tutti insieme, facendo anche primi piani di uno che morirà di lì a due secondi, invece di chiamare i soccorsi.
      Però del mitico torneo "Gan Gheng" non si sa nulla, ci si accede con la mappa segreta e senza telefono.
      Lì però sì che il kung fu che si impara a Vergate Sul Membro dimostra tutta la sua micidiale efficacia contro che ne so, un Sakara papone ciabattone di famiglia.
      Va beh, chi vuole iscriversi ora ha la mail...

      Elimina
  10. No, è illegale. Secondo me hai fatto male a pubblicare questa mail, anche se sospetto che sia solo il delirio di un adolescente con la sindrome del sabato sera. A me non mi frega niente se una cosa è legale in Indonesia,QUI SIAMO IN ITALIA, dove non sono solo illegali questi match ma anche farne pubblicità. Arte,potresti avere dei problemi giuridici pubblicando questa mail nel tuo blog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L' unico rischio che corro è di finire sul Lercio...
      Comunque continua ad essere emblematica la frustrazione con cui i sostenitori della superiorità delle AMT "fatte come si deve" etichettino gli SPORTIVI adducendo la solita cosa dello scontro per la vita in cui le AMT risultino tanto superiori...
      Invito davvero tutti a partecipare ad uno stage con un campione e farci sparring. Secondo me la gente non ha mica idea del gap anche senza colpi sporchi...

      Elimina
  11. Anch’io, anch’io voglio fare le MMA light! Comunque questo Troll è magnifico. Prima parte con la solita propaganda degli asiatici geni del combattimento e immortali. Bestie assassine e superdotate. Quando sarebbe più credibile parlare d’ipotetici incontri fatti in paesi come il Senegal o la Siberia dove gli abitanti sono rinomati per la prestanza fisica. Poi propone di fare un altrettanto ipotetico incontro senza medico (o con medico fittizio come ci dicono le cronache giornalistiche delle scommesse clandestine) e con un avversario, molto molto probabilmente, strafatto di ogni sostanza dopante e stimolante. Un simpatico momento per divertirsi in compagnia di un drogato assatanato (e sempre le cronache ci dicono che l’avversario prescelto è anche di 15 kg più pesante, così per divertirsi di più e scommettere più facilmente perché parliamo di gente che non ama perdere). Poi dice, il Troll, che questi fantomatici asiatici non hanno nemmeno un telefonino, però si documentano con internet (‘’le conoscenze del web’’). Il che crea un grazioso paradosso: mi alleno con i campioni di grappling facendo tornei o imparo da youtube e poi divento un guerriero invincibile, dove lottare al suolo va rivisto. Cioè se al suolo non ci vado, mi basta lo striking e i Takedown. Però se non metto i guantini in queste macellerie le mie mani diventano carne macellata e a questo punto la storia s’infittisce. Cioè senza guanti devo limitare lo striking, non posso andare al suolo quindi sono macellerie di lotta libera. Ah! Questi sud est asiatici super guerrieri.
    Infine, e qui sta il colpo di genio, propone 90 mila euro. Mi chiedo perché non 100 mila tondi. Il problema è che chi conosce gli asiatici (in questo caso i Thailandesi) ha chiaro il fatto che i regolamenti degli incontri di Thai Boxe legale cambiano da uno stadio all’altro. Figuratevi in un incontro clandestino dove alla fine, invece dei 90.000 euro, ti dicono questi ipotetici delinquenti dediti alle scommesse, di andartene subito che è meglio per te. A quel punto la storia merita un combattimento da film in cui il guerriero sconfigge l’organizzazione mafiosa e cavalca verso il tramonto. No? Perché al contrario molto molto probabilmente torni indietro povero, ferito e preso per deficiente. Devo scegliere tra questo e una sigla come l’Ufc, il Venator, ecc. La scelta verso la legalità è molto facile mi sembra.

    RispondiElimina
  12. Ma anch'io spero che questo qui sia un troll.Perchè se per davvero si fanno questi incontri in stile Tekken, è cosa triste. Comunque queste cose A ME NON INTERESSANO.

    RispondiElimina
  13. Ovvio che combattendo senza guanti è tutta un'altra cosa. I pionieri del pugilato moderno,XVIIIsecolo,che combattevano a pugni nudi, usavano precise strategie proprio per evitare danni,alle proprie mani durante gli incontri. Come si può ancora vedere nei match di Rioheroes,che trovi su youtube e dove combattono a mani nude; non sono poi così cruenti come sembrerebbe.

    RispondiElimina
  14. ciao
    non pensavo che sarei passato per troll
    probabilmente non mi sono spiegato bene..
    provo a essere chiaro..
    faccio mma light perché non sono un professionista..non salgo sul ring..non potrei farlo fisicamente..
    sud est asiatico o indonesia non sono Cina..mi dispiace dover spiegare una cosa cosi banale..
    cinesino poi in che senso?
    ma avete visto che alle olimpiadi ci sono atleti del nord della cina sui due metri..o poco meno..

    stazza:conta la stazza?
    in linea di massima si..a parita' di fattori di allenamento..
    è chiaro che in italia le arti marziali classiche sono poco più che ginnastica..ma non è colpa delle arti in se e che qui si vuole evitare lo sparring intenso..
    per questo ho scelto mma perché mediamente sono allenate meglio come la boxe e la kick..
    (esempio stupido:se voglio giocare a calcio andro' in brasile non certo a creta..)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. - almeno da parte mia non c'era nessuna presa in giro per il fatto di fare MMA Light, piuttosto una considerazione implicita: il tuo messaggio sostiene, di fondo, la superiorità delle AMT in un contesto "vita o morte", e detto da uno che dice di praticare SdC (anche se in versione "light") stona.
      Boh, è un pò come dire "io faccio cose che funzionano ma sono sicuro che quegli altri ammazzano i tori a mani nude".
      - "cinesino" è un vezzeggiativo che utilizzo per definire in generale lo stereotipo dell' asiatico piccolo e minuto ma invincibile grazie alla conoscenza di arti marziali millenarie.
      - So dove stia il Sud Est Asiatico, e conosco le differenze tra i vari popoli locali. Si diceva in generale.
      - Atleti vuol dire sportivi, ovvero l' opposto dei personaggi tipo che si ama descrivere quali maestri invincibili e rigorosamente disgustati dalle declinazioni sportive delle arti marziali.
      Apro parentesi, come mai questi campioni cinesi si allenano come animali con metodologie occidentalissime invece di sfruttare le conoscenze millenarie del proprio popolo nel perfezionamento assoluto dell' essere umano tutto?
      E' una domanda retorica, ovviamente...
      - Dici che la stazza non conti? E fai MMA Light? Non so, secondo me dovresti entrare in gabbia con uno di 15Kg più pesante e vedere se non conti la stazza, pura e cruda.
      Non vuol dire che vinca sempre il più grosso, ma che abbia un vantaggio anche consistente mi pare palese.
      - Ah, in Italia tutti incapaci, del resto ne parlo nel blog anche io. Però a sentirli o leggere i loro siti sono tutti micidiali assassini del kung fu.
      Quindi bisogna andare altrove a cercare quelli buoni, mi sta bene.
      Io conosco gente dell' Est Europeo che fanno drizzare i capelli anche facendo kung fu.
      Peccato che, scava scava, alla fine fanno tutti stili funzionali e hanno l' abitudine genetica a prendersi a botte.
      E di nuovo, quando finiscono a botte, finiscono per usare le solite cose funzionali, kung fu o meno...
      Io parlo di questo.
      - Ovviamente non è colpa degli stili, ma non è nemmeno colpa mia se il modo di allenare certe AMT sia lo stesso in tutto il mondo e la media dei praticanti sia sempre scadente confrontata con altri.

      Elimina
  15. ciao
    non pensavo che sarei passato per troll
    probabilmente non mi sono spiegato bene..
    provo a essere chiaro..
    faccio mma light perché non sono un professionista..non salgo sul ring..non potrei farlo fisicamente..
    sud est asiatico o indonesia non sono Cina..mi dispiace dover spiegare una cosa cosi banale..
    cinesino poi in che senso?
    ma avete visto che alle olimpiadi ci sono atleti del nord della cina sui due metri..o poco meno..

    stazza:conta la stazza?
    in linea di massima si..a parita' di fattori di allenamento..
    è chiaro che in italia le arti marziali classiche sono poco più che ginnastica..ma non è colpa delle arti in se e che qui si vuole evitare lo sparring intenso..
    per questo ho scelto mma perché mediamente sono allenate meglio come la boxe e la kick..
    (esempio stupido:se voglio giocare a calcio andro' in brasile non certo a creta..)

    rispondo punto per punto adesso

    RISPOSTE IN MAIUSCOLE PER EVIDENZIARE
    Avrei volentieri evitato di pubblicare quella mail e il nome, sia perchè non voglio fare pubblicità, sia perchè mettere nome e cognome non è affatto sinonimo di autenticità, anzi.
    SU QUESTO SONO D'ACCORDO,PERO' VEDI HO PROVATO IN ALTRI FORUM E NONOSTANTE IL MOTIVETTO "BJJ O MORTE" IO HO PENSATO CHE FOSSI PIU' APERTO.
    Quindi ecco spuntare il torneo segreto da 90mila euro in cui i più grandi maestri di arti marziali ammazza-elefanti si..
    RISPOSTA
    SCUSA ARTE..MA IO NON HO DETTO QUESTO..
    ammazzano e finalmente possono dimostrare la loro incommensurabile superiorità rispetto ai "campioncini" ufc & C., che sanno pugnarsi solo perchè c' hanno le regole a salvarli.
    RISPOSTA
    LO DICE DANA WHITE..UFC è UN TORNEO CHE GIOCOFORZA HA DELLE REGOLE PER SALVAGUARDARE GLI ATLETI.
    IN UN OTTICA AMERICANA LO CAPISCO..
    I Veri Maestri® invece, con le regole vengono pugnati, senza regole ammazzano anche Maciste.
    RISPOSTA
    IO CREDO CHE PER MAESTRO TU INTENDA "ITALIANO CHE SI AGITA" O FILMATI DUBBI ..IO NON PARLO DI QUESTE COSE.
    Che è un pò come dire "puoi usare tutti i colpi che alleni per lustri, roba tipo pugni, calci, etc. ma non puoi mettere le dita negli occhi, mordere, etc.".
    E siamo di nuovo lì, le millenarie arti sacre che non servono a nulla senza la farcitura. Mah.
    RISPOSTA
    NEI PRIMI VALE TUDO I VARI TDK,WC E ALTRO HANNO SOTTOVALUTATO IL PROBLEMA..PERCHE' NON AVEVANO MAI FATTO SPARRING.
    IO NON DEVO DIFENDERE NESSUNO MA SE IL PROBLEMA è LO SPARRING NON MI SEMBRA CORRETTO ATTACCARE L'ARTE IN SE.
    SE TU PER FUNZIONALE INTENDI BOXE THAI E LOTTA,NON C'E' PROBLEMA.
    OGNUNO è FUNZIONALE PER SE STESSO.
    PER ESEMPIO UNA COSA CHE FUNZIONA CON TE PUO NON ANDARE A UN ALTRO..IO AVENDO GIOCO DI GAMBE LE USO SPESSO ANCHE SE MAGARI è MEGLIO TENERE I PIEDI A TERRA E FARE BOXE..
    Detto da uno che sostiene di praticare MMA LIGHT. Mah.
    La cosa bella è che del sud est asiatico trovi un sacco di video di gente macellata in incidenti stradali, in assassini, in ogni genere di accadimento scioccante, e a differenza degli europei vedi sempre questo pubblico tranquillo, in ciabatte, rigorosamente con un cellulare in mano per registrare video, tutti insieme, facendo anche primi piani di uno che morirà di lì a due secondi, invece di chiamare i soccorsi.
    Però del mitico torneo "Gan Gheng" non si sa nulla, ci si accede con la mappa segreta e senza telefono.
    Lì però sì che il kung fu che si impara a Vergate Sul Membro dimostra tutta la sua micidiale efficacia contro che ne so, un Sakara papone ciabattone di famiglia.
    Va beh, chi vuole iscriversi ora ha la mail...
    MI DISPIACE CHE SIA PASSATO PER TROLL..
    Elisabetta Kohen22 novembre 2015 15:31
    No, è illegale. Secondo me hai fatto male a pubblicare questa mail, anche se sospetto che sia solo il delirio di un adolescente con la sindrome del sabato sera. A me non mi frega niente se una cosa è legale in Indonesia,QUI SIAMO IN ITALIA, dove non sono solo illegali questi match ma anche farne pubblicità. Arte,potresti avere dei problemi giuridici pubblicando questa mail nel tuo blog
    Rispondi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. - No, non sono affatto di quelli che pensano "bjj o morte" (???), tanto più che il Bjj si è molto specializzato in tecniche e tattiche buone per le gare, metà delle quali non hanno molto senso in altri contesti.
      Il punto è che un atleta esperto di Bjj non ha bisogno di usare QUELLE tecniche per vincere uno scontro... Messi non è forte PERCHE' fa i giochi di prestigio col pallone, ma perchè eccelle nel resto che serve E IN PIU' sa fare pure quelli, mi spiego?
      - Non c'è bisogno di Dana White per dire che gli sportivi facciano uno... sport regolamentato. E' buonsenso abbastanza popolare direi.
      Il punto è che quegli sportivi trattano di botte, e con le botte "sportive" sono in grado di pugnare per bene fior fior di maestroni marziali che si allenano per sconfiggere i bravi in scontri per la vita.
      Il fatto che un pilota di Rally gareggi in uno sport con auto ad hoc, non significa che non sappia guidare anche una Panda in un modo (largamente) superiore al bullo di paese. Mi spiego?
      - Ok, mi definisci la tua idea di maestro di quelli veri?
      Intendiamoci, non sto dicendo che non ci siano persone più che abili col kung fu, ma è curioso che ogni persona ne conosca almeno uno al proprio paese... e mai un' occasione per stabilirne l' effettiva validità.
      Purtroppo resta un controsenso, finisce sempre per essere un atto di fiducia non dimostrabile.
      - Ok, quindi fino a diciamo il MILLENOVECENTONOVANTATRE i vari esperti mondiali di AMT "avevano sottovalutato il problema" non facendo sparring, così sono stati tutti pugnati dai bruti degli SdC (ovvero stili derivati dalle... AMT).
      Poi si sono svegliati e oggi finalmente torniamo a vedere il winciuncoso che riempie sistematicamente di botte un nak muay.
      No, non mi sembra così, e per come la vedo io è troppo comodo adesso raccontare di gente che mena con le più astruse arti marziali ma in fondo si allena interstile ed ha una disponibilità di informazioni impensabile fino a vent' anni fa.
      Facile salire sul carro del vincitore...
      - Funzionale è qualcosa che funziona. Le tecniche, strategie, posizioni e quant' altro che vedi nelle AMT non lo sono.
      - Sei passato per troll perchè il tuo messaggio era da troll. Io non voglio partire prevenuto ma siccome dichiarazioni del genere sono tutto meno che credibili, poi ci si fa un' idea.

      Elimina
  16. non ha preso il post per intero.
    come non detto.
    buona continuazione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so, è un limite del sistema di commenti. Mi spiace, se vuoi fare altre precisazioni scrivi ancora.

      Elimina
  17. Lo so.
    Ovv non mi conosci e parlare di soldi e' sempre delicato.
    E' palese che finche non ci sara un minimo di spot nessuno mi credera'.

    No io non conosco personalmente in italia qualcuno che usi il wc realmente.
    Io non credo nella sensibilita per dire.
    Ma per fare un esempio i pugni a catena(che io chiamo a ripetizione)li trovo adatti a me..magari un altro preferisce il gancio.
    Non c e una regola univoca..pero concordo che la boxe e' piu o meno lo stile piu adatto..anche se magari io andrei di calci frontali(sconsigliati..ma "me li sento su di me")
    Io faccio mma perche e' la via piu rapida in italia per smaliziarsi..
    Il fatto che consideri l aikido migliore e' solo perche ne vedo il potenziale inespresso..ho detto aikido ma potevo dire anche la lotta masai(kenya)
    Cmq arte condivido cio che dici.

    Non e ' difficile trovare cinesi che con calci concludono.
    Tocca a me l onere della prova..ma se si va oltre ufc troverei felony e competizioni minori..e non vanno certo a terra in maniera continua.
    Parlo per me:durante una rissa (assolto)sono stato buttato a terra..lui non ha fatto la montada..mi ha direttamente stampato timberland sulla faccia.
    Mi sta sul cazzo rutten ma lui stesso afferma come rialzarsi(patrimonio del judo e della greco romana)
    Sembra che prima del 93 non esistesse il terreno..
    Poi..sei mai stato a fortaleza?io si..molte di quelle sfide sono su sabbia o su erba..in base al terreno imposterai la tattica.
    Poi di base non voglio rovinarmi i pantaloni..
    Cerca leglock..submission..ecco in un torneo senza regole vedrei meglio quello del takedown..anche se piu difficile..
    Quello che organizziamo noi sara su vari terreni..compreso la prima parte del mare.
    Ok suona molto esotico ma e' cosi..finche non lo vedi non ci credi.
    Li non puoi fare un armbar.....
    Comprendo il tuo scetticismo.


    Si liberiamoci di lee..lui stesso lo vuole
    Non ho immaginette da venerare..se funziona lo uso..
    Odio fare il saluto nei dojo e non faccio forme se non sacco..condizionamento osseo e mentale..e cerco di far funzionare le leve dell aikido con quei pochissimi che vogliono fare sparring..
    Ciao e grazie :)

    RispondiElimina
  18. bè,non sottovalutiamo i morsi; io piuttosto di soccombere ad uno strangolamento nudo li userei. Tecniche scorrette? Resta da stabilire se è più "morale" mordere un avversario o strangolarlo.

    RispondiElimina
  19. Dio ma questo scambio di battute è fantasmagorico! :) comunque un ringraziamento ufficiale a questo blog che è stato una delle molle che mi ha fatto decidere dopo anni di aikido(bellissimo ci ho lasciato il cuore) di iscrivermi in una palestra di muay thai senza dovermi sentire una specie di nazi assetato di sangue. Ti farò sapere cosa ne penso in futuro se ti fa piacere. Paolo

    RispondiElimina
  20. ti riferisci a quello che ho scritto? è roba di mesi fa. comunque sì,nel krav insegnano anche a mordere ed altre tecniche poco pulite,del resto anche Tyson era un morsicatore... Non so,uno strangolamento del Judo ti può mandare al creatore,un morso no ( a menochè tu non sia un lupo mannaro) Auguri a Paolo per la sua muay thai,anche se io non sono così assolutista come Arte.

    RispondiElimina
  21. Ciao scusate se vi uso come consulenti ma è probabilmente l'unico blog credibile in questo campo... cosa ne pensi del Sambo? Se non ti rubo tempo. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, il Sambo è un validissimo stile funzionale e io ne penso tutto il bene possibile anche perchè adoro i leglock :)

      Elimina
  22. Ciao, ho iniziato da pochi mesi a praticare judo, quasi per sbaglio, e me ne sto appassionando in modo travolgente.
    Volevo condividere il fatto che quesa settimana il mio maestro, spiegando alcuni kata del judo, ha fatto un ragionamento simile ad alcune cose che scrivi.
    Ovvero che si tratta di scambi codificati, una mera rappresentazione dei principi e che con un reale allenamento al combattimento non c'entrano niente.
    I kata sono cose che si fanno per motivi tradizionali o cuulturali, hanno i loro scopi - che non sono allenarsi a combattere - e stop. Per addestrarsi al combatimento, compresa la difesa personale, c'è il randori.
    Mi pare assolutamente ragionevole.

    RispondiElimina